Europei di calcio: i consigli per mettere in fuorigioco i “disturbi del tifoso”

europei-disturbi-da-divano

Il tanto atteso esordio dell’Italia agli Europei di calcio è ormai alle porte e i tifosi azzurri hanno già rispolverato sciarpette e bandiere per supportare in grande stile la nostra nazionale. Patriottismo a parte, sia che la nostra squadra esca al primo turno, sia che si rivivano i fasti dell’ormai lontano 2006, la competizione sportiva sarà la giusta occasione per impossessarsi del divano, in solitudine o con amici, per una full immersion di interviste a bordo campo, gesti scaramantici e improbabili esultanze.

Anche il più comodo dei sofà, però, nasconde alcune insidie. Spesso, infatti, per via di un ambiente troppo secco e poco illuminato, oppure a causa della esposizione prolungata alle luci della televisione e della troppa vicinanza allo schermo, gli appassionati sportivi possono essere vittime della sindrome dell’occhio secco. Si tratta di un disturbo che si presenta quando si registra una carenza nel normale processo di lacrimazione e un eccesso di evaporazione del liquido lacrimale.

Ma c’è anche altro a minacciare la salute degli ultras casalinghi: durante la visione delle partite, infatti, si è soliti consumare bevande ghiacciate e sgranocchiare qualsiasi tipo di snack, come patatine e noccioline, rischiando così di eccedere e di essere colpiti da bruciore e acidità di stomaco o gonfiore di pancia. Come se non bastasse, anche la postura può giocare un ruolo fondamentale nel benessere dei sostenitori. Una posizione poco ortodossa è un fattore da non sottovalutare se si vuole evitare il classico mal di schiena “da divano”, cioè quello derivante dalla posizione “incassata”, con il bacino più in basso delle gambe che non rispetta la curvatura fisiologica della colonna vertebrale.

Nel caso in cui si venga colpiti da alcuni di questi disturbi, un valido aiuto può arrivare dai farmaci di automedicazione o da banco (o OTC dall’inglese Over the Counter), ossia quelli senza obbligo di prescrizione, riconoscibili grazie al bollino rosso che sorride sulla confezione e acquistabili senza ricetta medica perché, nel loro impiego diffuso e di lungo corso, si sono dimostrati sicuri, efficaci ed hanno ricevuto un’apposita autorizzazione da parte dell’Autorità Sanitaria. Assosalute – Associazione Nazionale Farmaci di Automedicazione – dalle pagine del sito www.semplicementesalute.it , offre alcuni consigli per trascorrere al meglio i momenti conviviali con gli amici:

Occhio secco

Per prevenire e combattere la secchezza oculare occorre evitare di stare in modo continuativo davanti allo schermo della televisione o del computer; inoltre, è altrettanto importante porre attenzione a che l’ambiente non sia troppo asciutto ed evitare l’esposizione diretta a sistemi di condizionamento. La cattiva areazione dell’ambiente e la presenza di fumo di sigaretta acuisce e facilita la comparsa del disturbo. Utilizzare farmaci di automedicazione come colliri, gel o pomate oculari che permettono la lubrificazione degli occhi (farmaci a base di acido ialuronico, benzalconio in associazione, carbomer, caramellosa, sodio cloruro, tiomersal in associazione). Per favorire un’azione decongestionante invece possono essere utilizzati farmaci a base di amamelide.

Mal di stomaco e acidità

Per prevenire il mal di stomaco e i disturbi legati al bruciore e all’acidità, sarebbe meglio sostituire gli snack e le bevande gassate con alimenti più sani come frutta, yogurt, centrifugati o, quanto meno, controllarne le quantità e fare attenzione a ciò che mangiamo e beviamo durante la cena, prima o dopo la visione della partita. Ricordarsi che il fumo associato ad alcol e bevande gassate può favorire la comparsa dei disturbi. In caso si manifestino i sintomi come l’acidità, che potrebbero minacciare un buon riposo, possono essere utilizzati i farmaci antiacidi (acido citrico, bicarbonato di sodio, carbonato di calcio, citrati di sodio, cimetidina, ranitidina, pantoprazolo, omeprazolo, esomeprazolo).

Pancia gonfia

Cercare di mangiare in maniera lenta, senza esagerare con le quantità di snack ed evitando “di pasticciare”. Limitare il consumo di bevande gassate e zuccherine che favoriscono la dilatazione dello stomaco. Se dovessero manifestarsi i sintomi da pancia gonfia come l’aerofagia o il meteorismo ci si può avvalere dei farmaci della categoria degli adsorbenti intestinali (carbone attivato, simeticone).

Mal di schiena

Per prevenire il mal di schiena, cercare di assumere una postura corretta, ricordandosi di non restare troppo a lungo nella stessa posizione e facendo ogni tanto qualche semplice esercizio di stretching. Specie se si fa un lavoro sedentario o che costringe a stare tanto tempo in piedi, quando si è in relax sul divano evitare di assumere posizioni troppo scomposte che potrebbero favorire contratture e spasmi cervicali e lombari, causa del mal di schiena. Per contrastare il dolore e l’infiammazione: antinfiammatori non steroidei (Fans) impiegati per uso topico (creme, pomate, cerotti) o per via generale (bustine, compresse). Utili possono essere il paracetamolo e le pomate a base di capsaicina, d-canfora, dietilamina in associazione e derivati dell’acido salicilico per una azione analgesica. Per aiutare il rilassamento dei muscoli e diminuire il dolore da contrattura può essere anche utile l’impiego di farmaci ad azione rilassante (p.es. farmaci a base di tiocolchicoside e mefenesina in associazione).

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here