Plastica, una nuova tecnica per trasformarla in carburanti puliti

Plastica, plastica e ancora plastica: ogni anno più di 8 milioni di tonnellate di questo materiale finiscono negli oceani, secondo le stime dell’Onu, mentre circa 5 miliardi di tonnellate si sono già accumulate negli ultimi 50 anni. Per questo scienziati da tutto il mondo cercano nuove strategie migliori per ridurre questo inquinamento, all’insegna del riuso e del riciclo. Oggi, un team di chimici dell’Università Purdue, negli Stati Uniti, ha trasformato un’ampia parte della plastica in composti utili, come la nafta, una miscela di idrocarburi liquidi utilizzata come combustibile nei motori diesel, solventi ed altri carburanti puliti. Il risultato è pubblicato sulla rivista ACS Sustainable Chemistry and Engineering.

Continua a leggere su Wired.it