Gli ansiosi sono più bravi a prendere le giuste decisioni

ansia
(Foto via Pixabay)

Le persone ansiose sono più brave a prendere decisioni giuste, e soprattutto a distinguere velocemente gli amici dai nemici. Sebbene, infatti, l’ansia sia da molti recenti studi stata additata come la responsabile nel farci prendere decisione sbagliate e danneggiare quindi alcune relazioni, una nuova ricerca israeliana apparsa sull’European Journal of Social Psychology, suggerisce che l’ansia è invece legata al miglioramento delle nostre prestazioni in alcune specifiche situazioni. “Le persone con l’ansia sono di solito stressate e reagiscono eccessivamente: quello che volevamo esaminare è la loro abilità nel prendere decisioni veloci”, spiega l’autore dello studio Tsachi Ein-Dor dell’Interdisciplinary Center Herzliya a Israele. “Abbiamo scoperto che l’ansia, in alcune situazioni, può essere legata a un miglior capacità di individuare diverse minacce”.

Lo studio ha coinvolto un totale di 38 uomini e 52 donne, a cui è stato chiesto di giocare a Real Strike, un gioco che consente agli utenti, muniti di un fucile virtuale, di “sparare” a oggetti nel mondo reale. In pratica, ai partecipanti è stato chiesto di sparare a un gruppo di persone, complici dello studio, che correvano tra ostacoli in un campo da basket, con lo scopo di colpire solo quelli che avevano in mano una pistola, e non quelli che correvano tra gli ostacoli con altri oggetti. Inoltre, i partecipanti hanno dovuto completare un questionario (Experiences in Close Relationships Questionnaire), per capire i loro livelli di ansia. I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che avevano alti livelli di ansia erano più precisi nel rilevare le minacce e avevano maggiori probabilità di sparare correttamente.

“Spesso essere ansiosi viene valutato negativamente”, spiega l’autore a Psypost. “Ma in questo studio abbiamo dimostrato che, contrariamente al pensiero comune, la calma è disadattiva nel contesto delle rapide decisioni, mentre l’ansia è più adattabile. La gente non dovrebbe valutare la propria personalità come buona o cattiva”, ha aggiunto Ein-Dor. “Ogni caratteristica della personalità ha i suoi vantaggi e svantaggi. Quindi, le persone devono cercare il contesto in cui la loro personalità ha più successo, contesto potrebbe essere talvolta contraddittorio: chi avrebbe mai pensato che le persone ansiose e insicure sarebbero state più brave nel prendere decisioni rapide?”.

Via : Wired.it

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here