Tutta la tenerezza delle orche assassine

repubblica su Galileo

DAL NOME non si direbbe certo. Le orche, spesso chiamate e non sempre a ragione anche orche assassine (killer whales) per via del loro carattere predatorio, in realtà possono mostrarsi giocose, allegre e persino affettuose. Così almeno emerge da uno studio appena pubblicato sulle pagine del Journal of Comparative Psychology in cui è stato chiesto ad alcuni istruttori e volontari al lavoro con le orche di parchi acquatici di descrivere il comportamento dei cetacei. E il ritratto che ne emerge è quello di animali simili, sotto certi aspetti, agli esseri umani e agli scimpanzé, soprattutto per la loro complessa vita sociale.

Continua a leggere su Repubblica.ti