Cambiamenti climatici, c’è una piccola possibilità di evitare la catastrofe

In linea di principio, la fisica non pone ostacoli: è possibile, a livello teorico, contenere il riscaldamento globale sotto la soglia di 1,5° C. Servirebbe però l’abbandono immediato di tutti i combustibili fossili

Wired logo
  • 8
  •  
  •  

Le speranze di salvezza sono al lumicino. E sono legate al fatto che ad ardere, nel lumicino, non ci siano i combustibili fossili. Parliamo, naturalmente, di cambiamenti climatici. Ribadendo, ancora una volta, che c’è ben poco da sorridere. Dopo i severi ammonimenti dello Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc), che nell’ottobre scorso aveva sottolineato come l’umanità fosse “ben lontana” dal tenere sotto controllo il riscaldamento in atto, arriva oggi un nuovo studio, pubblicato in open access sulla rivista Nature Communications, che mostra una (flebilissima) luce in fondo al tunnel. Sostanzialmente, gli autori del lavoro, un’équipe di scienziati del Priestley International Centre for Climate alla University of Leeds e di altri istituti di ricerca, spiegano che, in linea puramente teorica, stando alle leggi della fisica sarebbe ancora possibile contenere l’aumento delle temperature entro il fatidico grado e mezzo, l’ottimistico obiettivo proposto durante il summit di Parigi del 2015.

Continua a leggere su Wired.it

Articoli correlati


  • 8
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *