Forse anche il nostro cervello convive con una colonia di batteri

Secondo i risultati preliminari di una ricerca dell’Università dell’Alabama a Birmingham, il nostro cervello potrebbe ospitare batteri al suo interno. Ma è ancora troppo presto per parlare di microbioma cerebrale

Wired logo
  • 7
  •  
  •  

Sappiamo che miliardi di microrganismi, soprattutto batteri, abitano nel nostro intestino, svolgendo innumerevoli funzioni e influenzando la nostra salute. È da anni ormai che la ricerca scientifica è sempre più affascinata dalle potenzialità ancora non del tutto scoperte del microbioma, concentrandosi sempre di più su come questo possa influenzare la funzione e il comportamento del cervello. Alcune ricerche, per esempio, hanno suggerito che il microbioma possa influenzare l’umore, il comportamento e persino il rischio di malattie neurodegenerative (anche se i dati non sono solidi e l’associazione non è ancora stata dimostrata). Ma ora, alcuni risultati preliminari sembrerebbero essere particolarmente sorprendenti: questo mondo di batteri potrebbe non essere l’unico, ma trovarsi anche nel nostro cervello. I risultati sono stati recentemente presentati durante la conferenza annuale della Society for Neuroscience a San Diego, da parte dei ricercatori dell’Università dell’Alabama a Birmingham.

Continua a leggere su Wired.it

Articoli correlati


  • 7
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *