Mappato il genoma ‘di ferro’ dello squalo bianco, il segreto della sua longevità

L'analisi del Dna di questi animali mostra come riescano a guarire velocemente dalle ferite e cosa si celi dietro il loro olfatto. E suggerisce anche in che modo riescano a resistere allo sviluppo delle malattie

  • 1
  •  
  •  

DOVE leggere meglio i segreti di una specie se non nascosti nel suo Dna? La sfilza di basi che si susseguono a costituire il genoma di un animale custodisce informazioni preziose per capire come è fatto e come si è evoluto. E in alcuni casi riesce a spiegare le ragioni di comportamenti e fenomeni altrimenti inspiegabili. Nel caso dello squalo bianco per esempio, l’analisi del Dna delle specie (Carcharodon carcharias), raccontata sulle pagine di Pnas, mostra in che modo questi giganti dei mari riescano a proteggersi dal cancro e guarire in un lampo dalle ferite.

Continua a leggere su Repubblica.it

Articoli correlati


  • 1
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *