Sinovenator, antenato dei volatili

Scoperto nel Liaoning occidentale, in Cina, un fossile quasi completo di un piccolo dinosauro, il Sinovenator. Si tratta probabilmente di un antenato degli uccelli, parente del noto Archeoptryx e di tutti gli altri dinosauri che sono a metà strada tra rettili e pennuti. È quanto emerge dall’analisi del reperto, effettuata da un gruppo di paleontologi di Chicago, coordinati da Peter Makovicky. I risultati dello studio, pubblicati su Nature, rappresentano una prova ulteriore della discendenza degli uccelli dai rettili. Il Sinovenator è un piccolo animale, che risale probabilmente a 130 milioni di anni fa: sarebbe vissuto, quindi, tra il Giurassico (tra 204 e 130 milioni di anni) e il Cretaceo (tra 130 e 65 milioni di anni). Come molti suoi parenti altrettanto piccoli, presenta strane combinazioni di caratteri, come ad esempio dei cuscinetti d’aria intorno alla scatola cranica, denti piccoli e grossi artigli falciformi sulle zampe. Tuttavia il suo aspetto e le sue ridotte dimensioni non devono trarre in inganno, perché il Sinovenator è un partente del gigantesco Tirannosauro. I paleontologi americani pensano che, dal punto di vista evolutivo, sia più antico del Tirannosauro e di altri dinosauri giganti e sarebbe il rettile più vicino agli uccelli. La scoperta di questo fossile, secondo i ricercatori, è una prova che il punto di congiunzione tra rettili e uccelli è avvenuto molto più anticamente di quanto fino ad ora si era ipotizzato. (p.m.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here