spazio

Quella cometa piovuta su Giove 300 anni fa

Dagli archivi dell’Osservatorio astronomico di Parigi emergono le prove dell’impatto di una cometa avvenuto su Giove nel dicembre del 1690. Gian Domenico Cassini, all’epoca direttore dell’osservatorio, registrò l’evento nei suoi appunti, disegnando la macchia scura apparsa sul pianeta

Etica e scienza: il gioco delle parti

I progressi della biologia e della genetica molecolare hanno aperto nuove frontiere teoriche e applicative, coinvolgendo forti interessi economici e diverse implicazioni di natura filosofica. E l’informazione al pubblico, spesso, ne viene condizionata

“I miei anni con Chandra”

Sarà l’astrofisica italiana Valeria Ferrari ad aprire il congresso organizzato dall’Università di Chicago in memoria di Subrahmanyan Chandrasekhar. In questa intervista ci racconta gli anni della sua collaborazione con il grande scienziato scomparso nel 1995

Collisioni in orbita

Un satellite militare colpito da un rottame orbitante. E’ la prima volta che un impatto del genere viene riconosciuto

Ecco l’idrogeno 3, la colla dell’universo

Ci sono voluti trent’anni per scovarla, ma alla fine è stata trovata: si tratta dell’idrogeno 3, la molecola che innesca le reazioni chimiche nel cosmo. Era ben nascosta, tanto che per vederla è stato necessario un telescopio collocato sulla cima di una montagna hawaiiana

L’aereo russo ora spia il buco dell’ozono

E’ l’M-55, un aereo costruito dai sovietici per controllare il “nemico” negli anni della guerra fredda, ma mai utilizzato. Ribattezzato Geophysica, il velivolo sta per iniziare la sua seconda carriera come laboratorio d’alta quota per studiare il buco dell’ozono

Missioni su Marte: per scienza o per denaro?

L’insuccesso della navicella russa Mars 96 riapre la discussione sui progetti di esplorazione del pianeta rosso. Da qui al 2005, la Nasa ha in programma una lunga serie di lanci. Obiettivo, la scoperta di tracce di vita. Ma c’è chi accusa: è solo una manovra per ridare fiato alla ricerca spaziale

Il sistema solare? Nel cosmo è un’eccezione

Un computer del Massachusetts Institute of Technology ha simulato la formazione di un sistema planetario. Il risultato, pubblicato su Science da Fred Rasio e Eric Ford, è sorprendente: il nostro sistema solare sarebbe un’eccezione. Così come la vita intelligente

La luce mancante delle stelle 75 anni per svelare un mistero

Due ricercatori della Ibm sostengono di avere trovato una spiegazione per l’anomalo assorbimento della luce degli astri nel suo tragitto verso la Terra. Sono le nubi di idrogeno interstellare che funzionano come vere e proprie trappole. La luce rimbalza da una molecola all’altra senza più trovare una via d’uscita

Torna su