Dieta Sirt, ecco che cos’è e i dubbi sul fatto che funzioni davvero

Wired logo

In rete se ne parla come “la dieta del gene magro. Perché sarebbe basata sull’azione di un gruppo di proteine, le sirtuine (donde il nome di dieta Sirt) capaci di attivare una famiglia di geni correlati all’attivazione del metabolismo. E che quindi, se opportunamente stimolati, aiuterebbero l’organismo a bruciare più facilmente e velocemente le calorie assunte con il cibo, favorendo così un dimagrimento rapido e senza troppe rinunce. Tuttavia, come abbiamo già ricordato in altre occasioni, è bene sempre fare molta attenzione alle diete che si proclamano facili miracolose, le quali spesso non hanno evidenze scientifiche abbastanza solide (o talvolta non ne hanno affatto) e soprattutto possono comportare rischi per la salute da non sottovalutare. Come già accaduto in casi simili, anche stavolta alla popolarità della dieta ha contribuito non poco l’endorsement di personaggi famosi, tra cui la cantante Adele e Pippa Middleton. Abbiamo allora cercato di capire come funziona (e se funziona) e soprattutto se è sicura per la salute.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here