Ermes, la giovane aquila che è tornata a volare

Ermes è tornato a volare. La giovane aquila reale trovata in difficoltà lo scorso 19 agosto a Riana, paese dell’Appennino parmense, è stata liberata e proprio in questi giorni ha già avuto il primo contatto con i suoi genitori, che dovranno ora “riadottarla” e aiutarla ad alimentarsi in questa fase fondamentale per la sua sopravvivenza.

Trovato fortemente debilitato da Ermes Valenti, residente nella cittadina di Casarola, il rapace era stato consegnato ai volontari della sezione Lipu di Parma che lo hanno affidato alle cure dei veterinari. Trattato per una parassitosi, Ermes, di nuovo in forze, è stato nella stessa zona dove è nato qualche mese fa. “È di oggi la lieta notizia che il giovane è stato raggiunto dai genitori”, spiega Michele Mendi, delegato della Lipu di Parma. “Questo ci fa ben sperare nella buona riuscita dell’operazione, il cui obiettivo è il pieno reinserimento in natura di questo giovane.

A coordinare l’operazione di recupero, cura e liberazione sono stati i volontari della Lipu di Parma, che, grazie a un progetto a scala panalpina del Parco nazionale dello Stelvio, del Max Planck Institute for Ornithology e della Vogelwarte Sempach, hanno potuto applicare una radio satellitare all’animale per seguirne gli spostamenti, oltre a un anello identificativo fornito dall’Ispra. “Abbiamo applicato una radio Gps per seguire gli spostamenti, applicato un anello identificativo alla zampa fornito dall’Ispra e decolorato alcune penne per agevolarne l’identificazione in volo”, spiega Marco Gustin, responsabile Specie e ricerca della Lipu. “Siamo fiduciosi ma potremo decretare il successo dell’operazione solo quando vedremo il giovane in volo insieme ai genitori”.

 

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here