Prova a prendermi: così il pinna nera beffa lo squalo martello che vuole mangiarlo

Che ci fanno tutti quegli squali pinna nera a pochi metri dalla riva, dove l’acqua non arriva alla cintura? Sono cresciuti ormai – raggiungono i due metri – perché non prendono il largo? Nessuno aveva mai capito perché sulle coste della Florida gli squali pinna nera minore (Carcharhinus limbatus) si radunano a riva anche quando non sono più giovani e inesperti. Ma il motivo ora si è scoperto: sfuggire ai grossi predatori, come appunto l’enorme squalo martello, che si vede in questo video, e che infine desiste dall’inseguimento di un pinna nera minore fuggito a riva.

Lungo le coste della contea di Palm Beach non è raro avvistare in acque relativamente basse il grande squalo a caccia di razze, pesci ossei e piccoli squali, ma è la prima volta che lo si vede alle prese con i pinna nera adulti, e senza mai riuscire a prenderli. Questo finale infatti si ripete in altri due video ripresi con il drone dai ricercatori della Florida Atlantic University.

Il fatto è, spiegano gli scienziati, che lo squalo martello manovra male in acque basse, dove i suoi potenti propulsori – la pinna dorsale e la pinna caudale – non “pescano”, restano fuori dall’acqua: senza la loro spinta difficile raggiungere gli agili pinna nera, che essendo più piccoli non hanno difficoltà a destreggiarsi in pochi centimetri d’acqua. In questo caso, le dimensioni contano.

Fonte: Journal Fish Biology

Leggi anche:

Squali, ecco il segreto della velocità

Timidi o estroversi, anche gli squali hanno una personalità

Come vedono gli squali

Foto di copertina: Stephen Kajiura, Ph.D., Florida Atlantic University