Home Tags Ricerca italiana

Tag: ricerca italiana

Farmaci anti-Aids contro i tumori

Vengono utilizzati nella terapia antiretrovirale per l’Aids. Sono gli inibitori della proteasi di Hiv, farmaci in grado di bloccare la replicazione del virus e di ridurne quindi la carica virale. E anche di contrastare il sarcoma di Kaposi, il tumore più frequente nei malati di Aids. L’azione antitumorale di questi farmaci è stata dimostrata da un’équipe dell’Istituto Superiore di Sanità, che ha pubblicato la ricerca su Nature Medicine. Galileo ha intervistato Barbara Ensoli, coordinatrice del gruppo di ricerca

Ecco come si formano i tumori

Una scoperta che può aprire nuove strade alla lotta ai tumori. E batte bandiera italiana. La chiave per capire il meccanismo cellulare che porta alla loro formazione è stata scoperta da Pier Giuseppe Pellicci e Luciano di Croce dell’Istituto Europeo Tumori. Viene ora presentata sulle pagine di Science, dove si descrive l’opera di alcune proteine difettose in grado di attirare a sé enzimi che modificano il Dna delle cellule. Un bersaglio facile per i farmaci del futuro

Un tavolino per gli astronauti

Si chiama Prometeo ed è un ripiano mobile e orientabile che potrebbe rivoluzionare la vita degli astronauti. Che, condannati a inseguire oggetti e utensili che fluttuano liberamente nelle navicelle spaziali, ne avrebbero decisamente bisogno. L’idea è venuta a quattro laureandi in ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Il loro progetto è stato presentato all’European Space Agency e, se passerà la selezione, sarà testato con dei voli parabolici, ovvero quei viaggi che simulano le condizioni di microgravità. Galileo ne ha parlato con uno degli autori, Silvia Malighetti

Ecco Ombretta, il muflone clonato

Si chiama Ombretta ed è il primo muflone sardo clonato. Scorrazza libera nei prati della Sardegna, regione in cui questa specie vive da almeno 10 mila anni. Ma dove ora rischia l’estinzione sotto i colpi del bracconaggio. Per questo un’équipe dell’università di Teramo ha clonato l’animale proponendo un metodo di salvaguardia delle specie. Che suscita tra gli esperti molte perplessità. Per capire le reali potenzialità di questa soluzione Galileo ha intervistato Grazyna Ptak, la ricercatrice polacca che dirige il progetto

Cervelli cercasi

Altro che fuga di cervelli dall’Italia. Il problema è esattamente l’opposto: sono pochi quelli che se ne vanno all’estero e pochissimi gli stranieri che decidono di specializzarsi nel nostro Paese. Colpa di un sistema chiuso e blindato dalla burocrazia. E’ questa l’opinione controcorrente di Ezio Giacobini, docente di Farmacologia e Neuropsichiatria alla University of Illinois e all’Università di Ginevra, sull’emigrazione dei ricercatori italiani. Da 25 anni all’estero, Giacobini ha raccontato a Galileo il suo punto di vista

Il cuore tiepido della Terra

Il nucleo solido del nostro pianeta, costituito principalmente di ferro, ha una temperatura di circa 4500-5000 gradi Celsius, due mila in meno di quanto...

Alla scoperta dell’Antartide

Con l’arrivo alla base italo-francese di Dome C, il 5 gennaio scorso si è conclusa la XIV Spedizione italiana in Antartide. Partita il 20...

Un freno alla leucemia

Una nuova terapia contro la leucemia, una forma tumorale che consiste nell’immissione nel sangue di un’anomala quantità di globuli bianchi (leucociti), è stata messa...

Ecco la proteina che protegge i tumori

Si chiama Survivin ed è la proteina che impedisce alle cellule tumorali di suicidarsi, rendendole più resistenti ai meccanismi di difesa naturale dei tessuti...

RESTA IN ORBITA

Articoli più letti

FOCUS