La mappa in tempo reale dell’epidemia da coronavirus

coronavirus

Come rimanere costantemente informati sul nuovo coronavirus in Cina? Oggi c’è una mappa completa e dettagliata, che si aggiorna continuamente e in tempo reale, con i numeri contagio e con la diffusione geografica del coronavirus responsabile della nuova polmonite. A realizzarla è la Johns Hopkins University & Medicine con un sistema informativo geografico che gestisce basi di dati geolocalizzati, ArcGIS. In questo caso il sistema permette di visualizzare in ogni istante il numero di contagi e decessi in Cina e fuori dalla Cina.

Il coronavirus in Cina

Al 28 gennaio erano 4.474 i casi confermati, secondo la mappa (accessibile qui sotto o direttamente sul sito Arcgis), e 107 decessi. I malati sono quasi tutti in Cina (ben 4.409), dove il rischio di essere contagiati è molto alto, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Il focolaio è a Wuhan, dove è iniziata l’epidemia e dove ci sono 2.714 contagiati e 100 decessi. Ma in numerose altre città e province della Cina ci sono casi. A Pechino (che non è per altro la città cinese più colpita) sono 80 e c’è un decesso.

Il coronavirus fuori dalla Cina

Il nuovo coronavirus è presente anche in altre nazioni e nella maggior parte si tratta di persone che sono rientrate dopo un viaggio in Cina. Ma il coronavirus è stato rintracciato anche in numerosi altri paesi. In Francia, ci sono 3 contagiati, in Thailandia 8, in Australia 5, come anche negli Stati Uniti 5. Inoltre c’è un primo caso sia in Germania sia in Canada. In tutto, i casi fuori dalla Cina sono 37, di cui il 71% di sesso maschile e tre scoperti quando ancora erano senza sintomi.

Il rischio è alto

I numeri crescono e l’Oms aggiusta il tiro: si passa da un rischio moderato a un rischio alto (il rischio riguarda la diffusione del contagio). Nell’ultimo rapporto dell’Oms, infatti, alla data del 27 gennaio, si legge che il rischio è “molto alto per la Cina e alto a livello regionale e globale”. E la Cina chiude scuole e rimanda l’inizio delle lezioni universitarie, chiedendo ai cittadini di non spostarsi all’estero.

Leggi anche: Maga, virologo Cnr: “Massima allerta, ma fuori delle aree a rischio usiamo il buon senso”

Come difendersi dal coronavisur: il decalogo Oms

Crediti immagine: gisanddata.maps.arcgis/Johns Hopkins CSSE/Esri HERE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here